Verifica pressione di fornitura

Erogasmet s’impegna a mantenere il valore della pressione a livelli adeguati ed a verificarlo costantemente, secondo un preciso programma di ispezione, nonché ogni volta venga richiesto.

Le aziende di distribuzione del Gruppo Erogasmet garantiscono la comunicazione dell’esito della verifica della pressione di fornitura su richiesta del cliente finale entro il termine massimo di 10 giorni lavorativi* dalla data di ricezione della richiesta inoltrata dalla società di vendita titolare del contratto di fornitura con il cliente finale.

Nel calcolo del tempo intercorrente tra la data di ricezione della richiesta e la data di messa a disposizione del resoconto della verifica alla società di vendita non sono compresi i giorni intercorrenti tra l’appuntamento proposto e l’appuntamento posticipato (qualora fissato).

*si considerano giorni lavorativi quelli dal lunedì al venerdì, escluse le festività infrasettimanali

Modalità di verifica

I controlli previsti verranno effettuati dal nostro personale specializzato che, se necessario, provvederà all’installazione di un’apparecchiatura per il monitoraggio costante della pressione nell’arco di 24 ore.

Per informazioni più dettagliate potete consultare la RQDG dell’Autorità per l’energia elettrica ed il gas.

La prestazione verrà fatturata secondo gli importi indicati nella sezione “Prestazioni accessorie al servizio principale di distribuzione e relativo prezziario”, qualora dalla verifica il valore della pressione di fornitura risulti adeguato.

Ripristino del valore conforme della pressione di fornitura

Nei casi di interventi su stabilizzatori o riduttori di pressione Erogasmet garantisce il ripristino del valore corretto della pressione di fornitura entro 1 giorno solare dalla data di effettuazione della verifica della pressione.


Indennizzo in caso di mancato rispetto dei termini

Se i tempi descritti non vengono rispettati, il richiedente riceverà un indennizzo per il disagio subito pari a:
– € 35,00 per contatori di portata minore o uguale alla classe G6
– € 70,00 per contatori di portata maggiore alla classe G6 e minore o uguale alla classe G25
– € 140,00 per contatori di portata maggiore alla classe G25

Gli indennizzi automatici base sono crescenti in relazione al ritardo nell’esecuzione della prestazione come indicato in seguito:
– se l’esecuzione della prestazione avviene oltre lo standard, ma entro un tempo doppio dello standard a cui si riferisce la prestazione, è corrisposto l’indennizzo automatico base;
– se l’esecuzione della prestazione avviene oltre un tempo doppio dello standard cui si riferisce la prestazione, ma entro un tempo triplo, è corrisposto il doppio dell’indennizzo automatico base;
– se l’esecuzione della prestazione avviene oltre un tempo triplo dello standard cui si riferisce la prestazione è corrisposto il triplo dell’indennizzo automatico base.